intestazione

Finanziamento di progetti congiunti di alta formazione attraverso l’attivazione di assegni di ricerca

CONCLUSO

La Regione Toscana con il Decreto n. 6076 del 27/12/2011 ha stanziato dei fondi con lo scopo di promuovere e facilitare il meccanismo di raccordo tra il mondo dell'alta formazione e della ricerca scientifica e quello del lavoro attraverso l'attivazione di assegni di ricerca congiunta: la dotazione finanziaria ipotizzata per l’intervento è complessivamente pari a  € 6.000.000,00.

 

 L'idea è quella  di accrescere le competenze degli organismi di ricerca e delle azienda coinvolte, agevolando l'inserimento lavorativo dei giovani laureati o dottorati. I progetti di ricerca specifici ai quali parteciperanno i destinatari degli assegni  debbono essere obbligatoriamente progetti congiunti realizzati in rete fra Università e/o Centri di ricerca e/o Imprese.
Soggetti  beneficiari

Possono presentare  programmi di Intervento: le Università statali pubbliche e gli Istituti di istruzione universitaria ad ordinamento speciale aventi sede legale in Toscana, nonché gli Enti di ricerca pubblici nazionali operanti sul territorio regionale

Destinatari

Possono accedere agli assegni coloro che presentano le caratteristiche seguenti:
a)    essere disoccupati o inoccupati
b)    essere titolari di un diploma di dottorato (o titolo esteroequivalente) o di un diploma di specializzazione di area medica, oppure titolari di laurea specialistica o di laurea vecchio ordinamento con almeno tre anni di esperienza di ricerca documentata presso università e centri di ricerca pubblici o privati;
c)    avere età non superiore ai 35 anni al momento della pubblicazione del presente bando sul BURT.

Modalità di cofinanziamento

Gli assegni sono cofinanziati dal FSE per il 50%; il restante 50% deve essere coperto dal soggetto attuatore con fondi propri o con fondi reperiti presso terzi, non derivanti da altri finanziamenti comunitari, secondo le modalità esposte sul bando. I soggetti  proponenti,  presentano il preventivo dei loro programmi di intervento, secondo il modello del Piano  Economico di Dettaglio (PED), imputando le spese alla seguente unica  voce di costo ammissibile: B.2.4.13 “Borse di studio, assegni di ricerca”.

 

Per Info e contatti

Joomla 2.5 Templates designed by Web Hosting Reviews